INFO - Santo_Rozzampia_6_OTT21

Vai ai contenuti

INFO

INFO dalle Parrocchie
Attività e proposte
Chiesa di Santo
Chiesa di Rozzampia
Orario Sante Messe
Festivo
Feriale
Rozzampia
Sabato: ore 19.15
Domenica e festivi :
8.45 e 11.15
Lunedì e Giovedì: ore 8.00
Martedì: ore 8.00
Mercoledì e Venerdì: ore 19.00
Santo
Sabato: ore 18.00
Domenica e festivi:
ore 7.45 e 10.00
Martedì: ore19.00
Mercoledì e Venerdì: ore 8.00
2°Venerdì del  Mese: ore 20.30


Agosto 2022
La Comunità cristiana di Santo e Rozzampia  accoglie una famiglia ucraina in fuga dalla guerra
Già alcuni anni fa siamo stati sollecitati dalla guerra in Siria, che ha fatto sì che una famiglia siriana in fuga bussasse alle porte del cuore della nostra comunità. La risposta è stata data attraverso la nascita di una Associazione - “Abbracciaperte”-, che si è presa cura di Adnan e della sua famiglia e l’ha accompagnata fino ad arrivare al bel risultato attuale: la famiglia di Adnan vive oggi serenamente in mezzo a noi in piena autonomia.
Lo scoppio di una nuova guerra in Ucraina, purtroppo, ha prodotto una nuova fuga di famiglie, ancora più vicina a noi. Ancora una volta l’’Associazione “Abbracciaperte”, si è messa in movimento ed è venuta ad interpellare il Parroco e, tramite lui, i consigli parrocchiali ed economici di entrambe le parrocchie, con una proposta precisa: accogliere una famiglia ucraina coinvolgendo entrambe le comunità nel farsi carico delle necessità della famiglia stessa: alloggio, vitto, assistenza sanitaria, scolastica, nonché nel dare vicinanza, sostegno morale ecc… Potremmo sintetizzare così la proposta: tutti uniti e compatti per un unico scopo: SOLIDARIETÀ .
La proposta è stata accolta dai consigli pastorali ed economici delle due comunità in riunione congiunta all’unanimità, mettendo a disposizione l’appartamento dove vivevano le suore sopra la scuola materna del Santo. All’Associazione è stato chiesto di essere il punto di riferimento per curare l’accoglienza, non da sola, ma coadiuvata da tutta la comunità.
È stato provveduto quindi alla manutenzione, tinteggiatura, pulizia, recupero di arredi mancanti, suppellettili, piano cottura, ecc…
Il lavoro è stato completato e prossimamente l’appartamento verrà occupato da una giovane coppia con un bimbo di due mesi.
È importante ora che la comunità sia presente per dare concretezza a questa accoglienza, provvedendo alle necessità sopra elencate, ma soprattutto facendo sentire alla famiglia, nelle varie occasioni che si presenteranno, che ci siamo.              don Massimo

PERDONO D’ASSISI:   indulgenza plenaria che può essere ottenuta in tutte le chiese parrocchiali e francescane dal mezzogiorno del 1º agosto alla mezzanotte del 2.
A QUALI CONDIZIONI SI PUÒ OTTENERE L'INDULGENZA DEL PERDON D’ASSISI?
Ricevere l’assoluzione per i propri peccati nella Confessione sacramentale, celebrata nel periodo che include gli otto giorni precedenti e successivi alla visita della chiesa, per tornare in grazia di Dio; partecipare alla Messa e alla Comunione eucaristica nello stesso arco di tempo indicato per la Confessione; visitare la chiesa dove si deve rinnovare la professione di fede, mediante la recita del Credo, per riaffermare la propria identità cristiana, e recitare il Padre Nostro, per riaffermare la propria dignità di figli di Dio, ricevuta nel Battesimo; recitare una preghiera secondo le intenzioni del Papa, per riaffermare la propria appartenenza alla Chiesa, il cui fondamento e centro visibile di unità è il Romano Pontefice.
Normalmente si recita un Pater, un’Ave e un Gloria; è data tuttavia ai singoli fedeli la facoltà di recitare qualsiasi altra preghiera secondo la pietà e la devozione di ciascuno verso il Papa.
 
DALLE FONTI FRANCESCANE ( FF. 758) LA CARITÀ DEL SANTO. PER LA SALVEZZA DELLE ANIME SI DIMOSTRA ESEMPIO DI PERFEZIONE
La forza dell’amore aveva reso Francesco fratello di tutte le altre creature; non è quindi meraviglia se la carità di Cristo lo rendeva ancora più fratello di quanti sono insigniti della immagine del Creatore. Diceva infatti che niente è più importante della salvezza delle anime, e lo provava molto spesso col fatto che l’Unigenito di Dio si è degnato di essere appeso alla croce per le anime. Da qui derivava il suo impegno nella preghiera, il suo trasferirsi da un luogo all’altro per predicare, la sua grande preoccupazione di dare buon esempio. Non si riteneva amico di Cristo, se non amava le anime che Egli ha amato.

Luglio  2022
Campane a festa nella parrocchia del Santo di Thiene, dove è nato Don Domenico Soliman,
il nuovo superiore generale della Società San Paolo.
 
nella foto don Domenico è il primo a sinistra
È stato eletto il 15 giugno dai Capitolari della Società San Paolo, riuniti nella casa Divin Maestro di Ariccia, ed è l’8º successore del beato don Giacomo Alberione. Don Soliman, 56 anni, è nato a Thiene  il 2 giugno 1966. È entrato nella comunità paolina di Vicenza il 20 settembre 1977. Ad Albano Laziale, l’8 settembre 1986 ha emesso la prima professione, confermandola in perpetuo il 7 settembre 1992 a Roma.
È stato poi ordinato sacerdote il 30 settembre 1995 a Vicenza.
Postulatore generale della Famiglia Paolina dal 2018, ricopriva anche l’incarico di segretario generale della Società San Paolo.
Don Domenico ha  un fratello sacerdote della stessa congregazione dei paolini che si chiama don Franco ed è entrato nella congregazione dopo una lunga esperienza come impiegato di banca.
I due fratelli sacerdoti hanno la mamma che abita nella parrocchia del Santo di Thiene e si chiama Pierina. Compirà 92 anni il 15 agosto, nel giorno dell’Assunta.
La comunità parrocchiale sarà felice di festeggiare il nuovo padre superiore della Società San Paolo con una festa che verrà opportunamente organizzata da tutta la parrocchia, in una data da definirsi.
Don Massimo

Indicazioni della Curia di Padova a seguito della evoluzione pandemica
 
- Cessa l’obbligo delle mascherine durante le celebrazioni liturgiche e le attività pastorali. Se ne raccomanda tuttavia l’utilizzo al chiuso, in particolare in caso di affollamento.
- E’ possibile mettere l’acqua nelle acquasantiere alle porte della chiesa.
- Si eviti la stretta di mano allo scambio della pace
- Decade per i cori l’obbligo di cantare con la mascherina
- Possono essere utilizzati i sussidi per il canto e la preghiera
- Igienizzare le mani all’ingresso dei luoghi di culto.
- favorire il ricambio dell’aria sempre, prima e dopo le celebrazioni.
- Per coloro che avessero sintomi influenzali o sottoposti a isolamento, si fa obbligo di non partecipare alle celebrazioni.

Patronato di  Rozzampia. 5 x 1000 al Circolo NOI
Firma nell’apposito riquadro della denuncia dei redditi e indica il codice fiscale 9301016024

CIRCOLO NOI di SANTO   5 x 1000 al Circolo NOI S.Antonio Santo di Thiene, firma nell’apposito riquadro della denuncia dei redditi e indica C.F. 93008080249

CENTRO DI ASCOLTO Ogni venerdì e sabato dalle 17.30 alle 19.00 presso la canonica di Rozzampia Don Renzo si mette a disposizione di tutte le persone che desiderano incontrarlo sia per le confessioni e sia anche per un dialogo o per una eventuale richiesta di aiuto.
  Tel. 324 909 41 58
CONFESSIONI CON DON MASSIMO il sabato dalle 17.00 alle 17.45.al Santo in canonica o in chiesa
Invito tutta la comunità a vivere l’adorazione eucaristica silenziosa dell’ULTIMA domenica del mese (al Santo dalle 16.30 alle 18.00) avendo come intenzione di preghiera il Sinodo. Vorrei che questa proposta continuasse per tutta la durata del Sinodo. Invito a partecipare in modo particolare i consiglieri pastorali e i facilitatori.                       Don Massimo
Made with WebSite X5
Parrocchia di Rozzampia tel. 0445387130 e.mail: parrocchiarozzampia@gmail.com
Parrocchia di Santo tel e fax - 0445387130    e.mail: donmassimotoniolo@gmail.com
canale youtube: "don massimo toniolo"
cell.Don Renzo: 3249094158      E.mail: renrizza@libero.it
Bollettino: giornalesanto@gmail.com   Due comunità unite in cammino



Aggiornato il 1 agosto 2022
Torna ai contenuti